BIG PHARMA e il COVID


di Max Strata


Vediamo i numeri .

Il recente rapporto redatto dalla storica organizzazione OXFAM e da EMERCENCY, rivela come i vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna sarebbero stati venduti a prezzi esorbitanti agli Stati, che alla fine del 2021 potrebbero pagare 41 miliardi di dollari in più rispetto al costo di produzione.

Questi colossi della farmaceutica hanno ottenuto qualcosa come 8,2 miliardi di finanziamenti pubblici per le loro ricerche e sperimentazioni sui vaccini anti-COVID, ma nonostante ciò, con il costo di vendita dei loro prodotti, stanno incassando altri enormi profitti.

Con la sospensione dei brevetti (un obbligo morale e giuridico in caso di pandemia) l’Italia avrebbe potuto risparmiare 4,1 miliardi di euro per l’acquisto dei vaccini, sufficienti a garantire oltre 40 mila nuovi posti di terapia intensiva o l’assunzione di 49 mila nuovi medici. L' Unione Europea nel suo complesso ha speso 31 miliardi di euro in più.

Nel frattempo, mentre meno dell’1% delle persone nei Paesi a basso-medio reddito è stata vaccinata , Moderna e BioNTech hanno venduto oltre il 90% dei loro vaccini ai paesi ricchi, facendo pagare a tutti i governi del mondo da 4 fino a 24 volte il potenziale costo di produzione per dose.

E' il più grave caso di speculazione della storia. Le ingenti risorse che gli Stati sono costretti a pagare arricchendo l'amministratore delegato e gli azionisti di queste aziende, potrebbero invece essere utilizzate per costruire nuove strutture sanitarie in casa propria e nei Paesi poveri, tagliare le liste di attesa per le prestazioni mediche, garantire servizi essenziali dignitosi.

Pfizer prevede un fatturato di 26 miliardi di dollari dalla vendita di 1,6 miliardi di dosi di vaccino, con un costo medio per dose di 16,25 dollari (contro un costo stimato di produzione di 1,18 dollari per dose). Moderna prevede vendite comprese tra 800 milioni e 1 miliardo di dosi, quindi a un costo medio compreso tra 19,20 e 24 dollari per dose (a fronte di un costo di produzione stimato di 2,85 dollari per dose).